Le organizzazioni eccellenti non credono nell'eccellenza, ma solo nel miglioramento continuo e nel cambiamento costante. (Tom Peters)



Spesso un “periodo nero” del mercato o anche semplicemente una temporanea difficoltà nella gestione economica e finanziaria di un’azienda possono avere delle conseguenze assai gravi, se non vengono intrapresi per tempo gli opportuni provvedimenti. Provvedimenti che, a volte, non possono essere presi nemmeno se la direzione aziendale è assistita da un buon consulente.

Mille difficoltà nella gestione dei molteplici rapporti – anche personali – che costituiscono il tessuto aziendale ostacolano il piccolo imprenditore nel prendere le giuste decisioni; senza dimenticare che un buon imprenditore è più propenso a gestire l’attività produttiva che ad affrontare i momenti di emergenza. E questo è del tutto ovvio. L’imprenditore si esprime al meglio alla guida di un’azienda sana, produttiva e competitiva. Ma in alcuni momenti occorre affidarne la gestione a dei professionisti “esterni”, che siano interessati unicamente al ripristino delle condizioni di gestione ottimali e che, naturalmente, siano in grado di farlo.

MCQS dispone di professionisti altamente qualificati e motivati, selezionati tra i propri dirigenti, cui vengono affidati gli incarichi di Temporary Management provenienti dai nostri Clienti.

Gli interventi di Temporary Management hanno una durata variabile, generalmente compresa tra i 4 e i 12 mesi, durante i quali verrà sviluppato e applicato un progetto aziendale precedentemente individuato e condiviso con la proprietà aziendale.

Il vantaggio per l’impresa è notevole: si ha la possibilità di affidare la gestione temporaneamente – e quindi senza la necessità di doverlo assumere - ad un dirigente specializzato e di grande esperienza, altrimenti impossibile da prevedere nel libro paga, il quale riporterà l’azienda su un binario di competitività per raggiungere degli obiettivi prestabiliti. Al raggiungimento dei quali, il Temporary Manager (TM) riconsegnerà l’azienda nelle mani della proprietà od a chi dovrà continuarne la gestione.

Durante questo periodo il TM dovrà naturalmente essere dotato di ogni opportuna delega direzionale dalla proprietà per applicare direttamente le manovre necessarie nell’azienda.

Le linee guida che saranno sempre seguite dai TM MCQS nel corso dei loro mandati saranno comunque sempre tese a garantire continuità all’organizzazione, accrescendone le competenze manageriali già esistenti e risolvendone al contempo alcuni momenti critici sia negativi (tagli, assestamento finanziario) che positivi (crescita, nuovi mercati).

Spesso, un intervento di TM segue un intervento di consulenza o di analisi aziendale (Check-Up) svolto in precedenza, nel quale sono stati evidenziati e definiti una serie di interventi necessari, che il TM porterà materialmente avanti, magari sempre con l’affiancamento dei consulenti.


Comunque, un intervento di TM è sempre preceduto da una fase di analisi generale eseguita da consulenti specializzati, che dovranno stilare una necessaria ed approfondita relazione tecnica, nella quale saranno stati individuati correttamente i punti di forza e quelli di debolezza, con l’identificazione delle leve critiche sulle quali il TM dovrà poi operare.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

CHE COS'E' UN

CHECK-UP AZIENDALE?

 

Molto, troppo spesso l’imprenditore che si trova a capo di una PMI, preso dalle dinamiche gestionali e dalle emergenze quotidiane, dimentica, o addirittura non conosce, alcuni strumenti che potrebbero risultare utili alla sua attività e soprattutto alla crescita della sua azienda.

Tra questi, lo strumento del Check-Up aziendale si rivela fondamentale per aiutare l’imprenditore a capire com’è fatta e soprattutto quanto vale sul piano delle potenzialità la sua azienda.

Sulla base di questa analisi, sarà possibile individuare i punti critici o di debolezza, come anche i punti forza dell’azienda, indispensabili per l’individuazione dei giusti correttivi e l’applicazione di procedure vincenti.

L’obiettivo dei nostri esperti è quello, appunto, di fornire un quadro attuale, quanto più preciso e veritiero possibile dell’azienda, al fine di facilitare la possibilità di prendere le migliori decisioni, per accrescere e perpetuare nel tempo valore e competitività.

La metodologia si articola fondamentalmente su tre fasi:

1)   la prima prevede l’acquisizione di dati da fonti interne all’azienda e questo può avvenire attraverso un sopralluogo, con relativa visita dell’intera azienda, la somministrazione di questionari ed interviste al fine di acquisire informazioni di diversa natura ai vari dirigenti aziendali, ed il reperimento di documentazione cartacea come bilanci, modelli di report, modelli di distinta base, dati economico-finanziari non contenuti in bilancio.

2)   la seconda, invece, prevede l’acquisizione di dati da fonti esterne attraverso ricerche di varia natura ed in particolare sui competitors.

3)   L’ultima fase riguarda l’analisi vera e propria ed è articolata in due momenti ben distinti tra loro:

a)    Il primo momento è quello del check-up vero e proprio, vale a dire “fotografare” l’azienda nelle sue attività e nei suoi processi fondamentali, cioè quelli che creano valore e che lo stesso imprenditore deve avere ben chiari, affinché la sua gestione sia coerente (definiremo tale momento come “capire l’as is dell’azienda”).

b)   L’altro momento considera, invece, l’azienda alla luce di quelli che sono gli obiettivi di crescita dell’imprenditore, quindi la stessa impresa viene proiettata in avanti nel tempo, naturalmente con ovvi cambiamenti (tale momento viene invece definito come “capire il to be dell’azienda”).


Com’è facile intuire, andando poi a sovrapporre le due analisi sarà possibile rilevare i gap e le discrepanze, sui quali bisognerà intervenire al fine di colmarli. Ed è qui che lo strumento del check-up si rileva fondamentale, perché se l’imprenditore non conosce la propria situazione di partenza, sarà difficilissimo che riesca ad implementare una gestione coerente con i propri obiettivi di crescita e sviluppo.

Le principali aree di analisi saranno quelle tipiche su cui si basa l’impresa, e per ciascuna di esse si valuteranno differenti aspetti:

1. AREA COMMERCIALE E MARKETING:

a. Prodotto (redditività, fatturato, segmentazione),

b. Mercato e competitors,

c. Struttura commerciale\vendite,

d. Processo di evasione dell’ordine,

e. Livello di servizio,

f. Fatturazione, ecc.


2. AREA PRODUZIONE:

a. Tipologia di produzione,

b. Gerarchia funzionale,

c. Gestione magazzini,

d. Programmazione\budget produzione, ecc.


3. AREA AMMINISTARZIONE, FINANZA E CONTROLLO:

a. Analisi del bilancio e dei flussi,

b. Struttura dei costi,

c. Analisi distinta base,

d. Reportistica economica,

e. Investimenti, ecc.


4. AREA ORGANIZZATIVA E SISTEMI INFORMATIVI:

a. Livello di integrazione,

b. Gestione ai diversi livelli, ecc.

 

Dopo aver rilevato ed analizzato tutte queste aree sarà possibile avere un quadro globale dell’azienda che, attraverso una dettagliata relazione esposta a viva voce dagli analisti e verbalizzata su carta completa di dati di riferimento e grafici ove opportuno, rifletterà la situazione in quel preciso momento e che favorirà, in modo coerente e razionale, la formulazione di proposte di intervento, volte a colmare quei gap rilevati nelle aree di analisi, e finalizzati a massimizzare le potenzialità dell’azienda soprattutto rispetto ai propri obiettivi strategici (raggiungimento del “to be”).

In conclusione, è così possibile sintetizzare l’obiettivo di un check-up: “fotografare l’azienda e rilevare i gap di miglioramento rispetto agli obiettivi di crescita e al voler essere dell’azienda”.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo. .  

Consulenza finanziaria

Spesso le imprese tendono a valutare i propri risultati economici e finanziari solo su base annua in sede di costruzione del bilancio civilistico e fiscale.
La maggiore complessità dell’ambiente competitivo, la crescente competizione globale rendono indispensabile un monitoraggio della gestione aziendale che permetta alla direzione aziendale di prendere decisioni rapide e improntate al miglioramento sia dell’efficienza che dell’efficacia anche nel corso di uno stesso anno. 

Le problematiche finanziarie, il reperimento di risorse finanziarie, i rapporti con il sistema bancario sono aspetti sempre più rilevanti nella vita di una impresa. Nonostante ciò, i sistemi di pianificazione finanziaria e gestione del credito sono ancora poco diffusi, specie nelle piccole e medie imprese.
Talvolta si “naviga a vista” e si rimane così in balia del sistema creditizio, con l’effetto di far lievitare il costo per oneri finanziari, anche fino a rovinare definitivamente il business sottostante.
Ecco che, sempre più, occorre affiancare al controllo di gestione puro tutta una serie di strumenti per pianificare, controllare e gestire proprio la finanza e il credito. Il personale specializzato di MCQS inoltre, dopo un’attenta analisi della situazione aziendale, aiuta la direzione aziendale a recuperare disponibilità dal sistema alle condizioni più favorevoli proposte dal mercato.

  Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  

Consulenza sulla igiene e salubrità degli alimenti
(D. Lgs. 193/2007 – Metodo HACCP)

Le malattie provocate dalla ingestione di alimenti contaminati durante le fasi della produzione, del trattamento, del confezionamento, del trasporto e della somministrazione costituiscono da sempre un problema epidemiologico rilevante. Frequentemente la cronaca mette in luce casi di contaminazioni alimentari più o meno gravi.
Il sistema di autocontrollo è obbligatorio per tutti gli operatori che a qualunque livello operino nel settore alimentare: il sistema HACCP è un metodo di applicazione dell'autocontrollo.
MCQS Consulting S.r.l. ti offre la consulenza necessaria per assicurare la conformità a quanto previsto dalla legislazione vigente (D. Lgs. 193/2007).
Alcuni dei servizi offerti sono indicati nel seguente elenco:
1. Sopralluogo ed analisi aziendale
2. Stesura del programma di autocontrollo e manuale di corretta prassi igienica
3. Predisposizione della modulistica correlata.


Globalgap (Globalgap Integrated Farm Assurance, versione 3)

Nell’acquisto di prodotti ortofrutticoli il consumatore è sempre più attento agli aspetti sanitari e sociali, oltre che all’impatto ambientale che i prodotti stessi hanno generato durante la loro produzione.
Obiettivo principale di Globalgap è favorire il dialogo tra produttori agricoli, industria alimentare e distributori, con l’intento di assicurare:
• Alimenti sicuri
• Sicurezza e welfare dei lavoratori
• Rispetto dell’ambiente
• Rispetto delle condizioni di vita degli animali.
MCQS Consulting S.r.l. ti offre la consulenza necessaria per implementare un sistema documentale conforme allo schema Globalgap.

Alcuni dei servizi offerti sono indicati nel seguente elenco:
1. Sopralluogo ed analisi aziendale
2. Realizzazione di un sistema documentale certificabile, conforme allo schema Globalgap
3. Assistenza alla scelta dell’organismo di certificazione
4. Assistenza alla verifica di certificazione.

Sistema di gestione per la sicurezza alimentare (ISO 22000:2005)

La ISO 22000 definisce i requisiti per la progettazione e l’applicazione di un sistema di gestione della sicurezza alimentare in ogni azienda della filiera agro-alimentare; la norma è applicabile a tutte le organizzazioni coinvolte nella filiera agro-alimentare.
Obiettivo principale della norma è armonizzare a livello internazionale i diversi standard volontari sviluppati in ambiti nazionali per lo sviluppo e la gestione della sicurezza alimentare attraverso il metodo HACCP.
MCQS Consulting S.r.l. ti offre la consulenza necessaria per implementare un sistema documentale conforme alla ISO 22000.
Alcuni dei servizi offerti sono indicati nel seguente elenco:
1. Sopralluogo ed analisi aziendale
2. Realizzazione di un sistema documentale certificabile, conforme allo standard internazionale ISO 22000
3. Assistenza alla scelta dell’organismo di certificazione
4. Assistenza alla verifica di certificazione.


Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  


Attestazione SOA (DPR 34/2000)

L'attestazione SOA è un documento necessario a comprovare la capacità dell’impresa di eseguire opere pubbliche di fornitura e posa in opera con importo a base d’asta superiore a € 150.000,00.
Detta qualificazione ha validità quinquennale e viene valutata sulla base di un’analisi tecnica ed economica degli ultimi cinque esercizi di attività dell’impresa, precedenti alla richiesta di qualificazione.
Le SOA (Società Organismi di Attestazione) accertano l'esistenza negli esecutori di lavori pubblici degli elementi utili alla qualificazione, ovvero la conformità dei requisiti alle disposizioni comunitarie in materia di certificazione e qualificazione dei soggetti esecutori di opere pubbliche.
MCQS Consulting S.r.l. ti offre la consulenza necessaria per il conseguimento dell’attestazione SOA. 

Alcuni dei servizi offerti sono indicati nel seguente elenco:
1. Assistenza alla predisposizione della documentazione necessaria
2. Predisposizione della modulistica correlata
3. Assistenza alla scelta dell’organismo di attestazione
4. Assistenza alla presentazione della documentazione all’organismo di attestazione.

Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. E' necessario abilitare JavaScript per vederlo.  




Powered by MCQS Consulting S.r.l.® - P.IVA 05496740829.